News

DAL 23/03/22

È CONSENTITO L’ACCESSO a visitatori o familiari in possesso di

CERTIFICAZIONE VERDE COVID-19 (Green Pass) in corso di validità

Mod. 07.03.08.02 Rev2 Informativa ai Familiari dei pazienti in Cure Intermedie 
Mod. 07.03.07.05 Rev2 Informativa ai Familiari ospiti RSA

%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%

%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%

AMBULATORI

Ritiro referti: Tutti i referti saranno visibili sul fascicolo sanitario elettronico personale. I referti cartacei , ad eccezione dei referti di Laboratorio e radiologia , vengono consegnati direttamente al paziente al termine della visita/prestazione.

I referti di laboratorio e radiologia, di norma non immediatamente disponibili, potranno essere spediti all’ indirizzo indicato dal paziente stesso oppure consegnati al paziente o ad un suo delegato da operatori addetti.

%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%

INSIEME PER IL FUTURO – Raccolta Fondi clicca qui

&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&&

♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣

NELLA VITA POTEVO FARE IL GIORNALISTA O IL GIORNALAIO 

Autobiografia narrativa di Roberto Luigi Vergine  a cura di Mariacecilia Bianchi

prefazione Chiara Foà

libro
Più di 100 anni fa, esattamente il 4 maggio 1913 veniva posta la prima pietra dell’Ospedale Giuseppe Aragona, per volontà e lascito testamentario del Dr. Luciano Aragona. Nel 1920 l’Ospedale iniziò la sua attività.  L’Amministrazione, presieduta dal Dott. Vittorio Ceresini, ha pensato di celebrare l’evento pubblicando l’autobiografia del Sig. Roberto Luigi Vergine, ospite da 42 anni presso la Casa di Riposo e per questo ritenuta la persona più adatta a rappresentarne la storia. Come afferma Duccio Demetrio nel libro Raccontarsi “C’è un momento, nel corso della vita, in cui si sente il bisogno di raccontarsi in modo diverso dal solito”. Questo è ciò che è successo anche a me. Mi chiamo Roberto Luigi Vergine ho 66 anni e vivo presso la Casa di Riposo dell’Ospedale Aragona di San Giovanni in Croce in provincia di Cremona da 42 anni. – Così si presenta il protagonista.    Contrariamente a quanto si possa pensare, pur essendo connotata da eventi spesso dolorosi, questa non è una storia triste. Ascoltando la narrazione del protagonista ne è emersa una ricchezza inaspettata. Nella semplicità di una vita vissuta ai margini è scaturito un lavoro ricco di aneddoti, racconti ed episodi che ne hanno evidenziato capacità personali mai considerate prima. E’ la storia di una vita guardata dal punto di vista di chi non teme il giudizio altrui e passa in mezzo agli schemi sociali senza farsene troppo condizionare. Scrivere questa autobiografia è stato come se il protagonista avesse avuto modo di assistere allo spettacolo della propria vita non come un semplice spettatore passivo ma come artefice nel ricercare dentro di sé motivazioni e sensazioni che credeva fossero dimenticate. Sempre Duccio Demetrio ha scritto “Si inizia ripensandosi per caso, e non si finisce più di scoprire, di cercare, di giustificare e comprendere”.

♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣

SOSTIENI L’ARAGONA con la destinazione del 5 per mille  istruzioni

♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣

IL SERVIZIO PRENOTAZIONE E’ STATO POTENZIATO CON UN NUOVO NUMERO DEDICATO: (0375) 91012  dalle ore 10.00 alle ore 18.00

♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣♣

MEMORIE ALLA RICERCA DI SENSO